» Visualizzazione predefinita
 

 
Mettiamoci la faccia

Progetto "Mettiamoci la faccia"

FORNITURA E POSA GRATUITA DEI TERMINALI "TOUCH SCREEN" E DEL SOFTWARE PER I PICCOLI COMUNI - scadenza 8-12 novembre 2010

La Provincia di Biella è parte attiva del progetto nazionale ELISTAT del bando Elisa 3 che vede come capo fila la Provincia di Brescia.

Tra i progetti contenuti in Elistat uno di particolare interesse per i piccoli comuni è la sperimentazione dell'iniziativa Mettiamoci la Faccia della quale si era già avuto modo di parlare in occasione dell'incontro dello scorso dicembre 2009, svoltosi presso questa Amministrazione.

Come si ricorderà per lo sviluppo dell'iniziativa il Ministero dell'Innovazione e della Pubblica Amministrazione - fino al luglio scorso - ha messo a disposizione la somma di € 400,00 per l'acquisto dei terminali, per i comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti, con l'eventuale eccedenza a carico degli enti. In esperienze analoghe, fatte presso altre province, a carico dei singoli comuni -e per l'acquisto di pochi terminali con schermo da 15 pollici- è stata addebitata una somma di circa 80,00 €.

Ora, grazie a particolari accordi con lo stesso Ministero, il progetto Elistat consente di utilizzare ancora i fondi messi a disposizione dallo Stato per cofinanziare l'acquisto di un terminale per comune (massimo 400 Euro di cofinanziamento) come previsto nel bando scaduto nel luglio scorso. Si sta valutando di optare per dei terminali (in sostanza dei personal computer) con dimensioni dello schermo adeguate (da 15 pollici in su) in modo da poterli eventualmente utilizzare anche per altri servizi informativi (ad esempio per l'albo pretorio on-line).

Per il miglior utilizzo del terminale dovrà essere utilizzato uno specifico software, come indicato nei documenti allegati. E' in fase di valutazione il riutilizzo del software realizzato dalla Provincia di Asti, che pare funzionale e consente il trasferimento automatico dei dati di rilevazione al Ministero, senza alcun intervento da parte degli operatori comunali.

L'acquisto dei terminali viene coordinato, in questa occasione, direttamente dal CIT (Centro Innovazione e Tecnologie) della Provincia di Brescia, ma il nostro Ente resta a disposizione dei comuni per qualsiasi forma di assistenza.

La fornitura delle postazioni e la loro attivazione sarà accompagnata da attività formativa e informativa erogata anch'essa dal CIT e dal fornitore (anche al fine di supportare l'attività di comunicazione che l'amministrazione vorrà porre in essere sia verso la propria organizzazione che verso i propri utenti). E' prevista, comunque, assistenza diretta anche da parte dei tecnici provinciali;
Per i comuni con popolazione inferiore a 5mila abitanti non va previsto alcun costo per l'installazione di un terminale fino all'importo di 400 euro (come ricordato è presumibile che a fronte di un grosso ordinativo, date le dimensioni del progetto, si confida che, se non alla pari, la fornitura possa superarlo di pochi euro, fino ad un massimo di circa 200 euro).

Per i comuni con popolazione inferiore ai 5mila abitanti che vogliano installare altri terminali oltre al primo nonché per tutti gli altri comuni (sopra i 5000 abitanti) che non possono accedere al bonus ministeriale sarà cura del CIT ottenere dal fornitore un'adeguata scontistica.

Pertanto, al netto della spesa per l'acquisto del terminale (che resta quindi a carico dei comuni che non possono sfruttare il bonus o per quelli che l'abbiamo già sfruttato), i costi del software, la gestione dei rapporti con il ministero per la redazione di statistiche, la produzione e diffusione di materiale ed eventi formativi ed informativi, e l'affiancamento agli enti sono tutte attività e costi di cui si farà carico il CIT bresciano, affiancato da questa Amministrazione, nell'ambito del Polo Telematico del Biellese.

Per completezza di informazione riportiamo in allegato (allegato A) alcune note che possono supportare gli enti nel cogliere la rilevanza dell'iniziativa sia ai fini degli adempimenti normativi da attuare nelle prossime settimane, sia il valore all'interno del percorso di realizzazione dell'e-government. Quanto scritto nell'allegato A è da leggersi esteso al nostro territorio grazie all'adesione della Provincia di Biella ad Elistat.

Al fine di chiudere gli aspetti formali necessari per procedere con l'avvio della fornitura presso i vostri enti si chiede:
• ai Comuni, che non hanno partecipato alla prima fase del bando, con popolazione inferiore ai 5mila abitanti di rispondere alla presente comunicazione inviando l'allegato B debitamente compilato (da inviare via e-mail all'indirizzo innovazione@provincia.brescia.it oppure via fax al n. 0303748453) possibilmente entro l'8/11/2010;
• agli altri comuni (maggiori di 5.000 ab) di compilare l'allegato C (da inviare via e-mail all'indirizzo innovazione@provincia.brescia.it oppure via fax al n. 0303748453), possibilmente entro il 12/11/2010, manifestando l'eventuale interesse a partecipare all'iniziativa e indicando il possibile numero di postazioni che si vorrebbe attivare presso i propri sportelli (con indicazione della persone referente per la realizzazione delle attività);
• in ambedue i casi si chiede ai Comuni di inviare alla Provincia di Biella (PEC protocollo@cert.provincia.biella.it o FAX 015/8480740) copia di quanto trasmesso al CIT di Brescia.
Richieste di supporto/informazioni possono essere inviate all'indirizzo ced@provincia.biella.it o telefonando direttamente al numero telefonico 015/8480796 (Clara Cavagnetto).

Certi della più ampia partecipazione dei Comuni Biellesi a questa importante iniziativa si porgono Cordiali Saluti



L'Assessore all'Informatizzazione                        Il Dirigente del Settore Innovazione Tecnologica
                                                                                         e Progetti Comunitari
      Alessio Serafia                                                                   Davide Zanino